images loading




x

News

image

x Il Dott. Zezza ci ha lasciato

Con grande commozione annunciamo agli iscritti che è venuto a mancare il

                          Dott. Andrea Zezza - Tesoriere dell'Ordine.

Il Rito delle Esequie sarà celebrato oggi 19 dicembre, alle ore 15.30,

nella Chiesa Parrocchiale di Sant'Agostino - Chieti.

image

x Ricordo di Andrea

a Andrea

Il 16 dicembre 2016 è venuto a mancare il nostro caro amico e collega Dott. Andrea Zezza, tesoriere dell’OMCeO di Chieti.

Esattamente 11 anni fa, era proprio il dicembre del 2005, iniziava, insieme ad altri attuali componenti del consiglio direttivo, la nostra comune avventura, allorché assumemmo l’onore e l’onere di dirigere l’ente di rappresentanza istituzionale della nostra professione, l’ordine dei medici.

Ricordo come fosse oggi quando accettasti la carica di tesoriere, con qualche remora dovuta alla scarsa propensione che molti medici hanno per le materie economico finanziarie.

Ricordo la battuta che amavi ripetere spesso, quella sui calcoli diventati un po’ l’incubo della tua vita; ci dicevi, scherzando,  che a quelli di cui dovevi occuparti come urologo si erano aggiunti anche quelli dei bilanci dell’ordine!

In tutti questi anni la tua presenza è stata sempre puntuale e continua e contemporaneamente la stima e l’affetto nei tuoi confronti sono cresciuti in modo costante in tutti noi.

Stamattina ho dovuto comunicare anche agli altri ordini la notizia della tua scomparsa e subito mi sono arrivate testimonianze di sostegno e cordoglio da parte di tanti presidenti di ordine delle altre provincie italiane e della Presidente nazionale, dott.ssa Roberta Chersevani.

Ci mancherai molto Andrea. Ci mancherà la tua presenza, la tua moderazione ma anche quella determinazione che mostravi nella ricerca della soluzione dei problemi, la tua capacità di dispensare utili e saggi consigli, i tuoi modi educati e gentili; ci mancheranno le tue tantissime qualità, merce rara oggi in questo periodo di grande e grave decadenza.

Hai vissuto con grande dignità il difficile periodo della tua malattia, mostrando sempre una incredibile ma naturale serenità, riuscendo, anche in questi ultimi mesi, almeno finché  hai potuto,  ad essere  presente ai nostri consigli direttivi, a conferma della serietà con cui affrontavi i tuoi impegni.

Oggi e sempre vogliamo ricordarti così come eri, quando ti vedevamo arrivare alle nostre riunioni serali con la borsa piena di quelle che chiamavi le tue scartoffie, col viso talora segnato da una certa stanchezza al termine di una lunga giornata lavorativa; ricorderemo quella tua espressione seria, concentrata sui problemi da risolvere, ma capace di aprirsi in un solare sorriso carico di umanità.

Addio Andrea, buon viaggio a te, mio, nostro caro e prezioso amico. Sarai per sempre nei nostri cuori.  

Ezio

Chieti 19/12/2016